fbpx

Concedersi un “Capriccio” con salmone tutto l’anno! «In tanti associano il salmone affumicato ai menù delle feste: se ne fa incetta, infatti, durante il periodo natalizio proposto in mille ricette diverse, soprattutto come antipasto. Tuttavia il salmone è un ingrediente molto gradito non solo per il sapore deciso e il suo profumo, ma anche per le sue proprietà nutritive: è ricco di vitamine, minerali e proteine, nonché acidi grassi omega-3 (questi grassi “buoni” possono influire in modo molto positivo sul nostro corpo, esercitando un’azione anti-invecchiamento); i suoi grassi, infine, contribuiscono ad aumentare il livello del colesterolo buono HDL, un vero e proprio toccasana per le nostre arterie in grado di mantenere in buona salute l’apparato cardiovascolare. Dunque, perché non mangiarlo tutto l’anno, magari come antipasto sfizioso oppure come accompagnamento di un aperitivo? Tra l’altro il bel colore del salmone rende intrigante anche una semplice preparazione da buffet, come degli involtini con rucola e pepe rosa.
Per non appesantire il gusto del salmone affumicato e compensarne la grassezza è importante scegliere un vino secco, acido e che sia in grado di ripulire il palato dall’untuosità e rinfrescarlo. Ottima la Falanghina della linea “Capriccio” di Capri Moonlight, la cui aromaticità si sposa bene con l’affumicatura, e la cui morbidezza sdrammatizza il sapore amarognolo della rucola.
Insomma, concedersi un “Capriccio” con salmone tutto l’anno fa benissimo!»