fbpx

Bello da vedere e piacevole da odorare, l’anice deriva dal Mediterraneo dell’est e del Sud-ovest asiatico. I suoi semi hanno un gusto dolce, molto simile a quello dei semi di finocchio, con un leggero retrogusto di menta e liquirizia. Infatti l’anice appartiene alla stessa famiglia di piante aromatiche di erba e liquirizia, che contengono a loro volta una sostanza chiamata “anetolo” (un composto aromatico dal potere dolcificante ben 13 volte superiore al saccarosio). Bisogna tener presente tutte queste caratteristiche per abbinare il liquore che deriva da questa pianta a un piatto, dolce o salato che sia.

Ad esempio, se abbinato con una pietanza a base di agrumi (magari un dessert estivo) vien fuori un twist di gusto e aroma perfetto. Un dolce elegante, leggero, ideale per culminare i pasti estivi è quello in foto composto da crema chantilly al limone, ciliegie e biscotto. Goccia Azzurra, il liquore che grazie alla sua caratteristica colorazione azzurra celebra la “Grotta Azzurra” di Capri – luogo simbolo dell’isola -, è il liquore ideale da abbinare a questo dolce essendo a base di anice e piante officinali i cui profumi si coniugano bene con quelli agrumati del dessert e il cui sapore va a braccetto con quello delle ciliegie da decenni (il dessert ricorda infatti una vecchia ricetta delle nostre nonne, ovvero la composta di ciliegie all’anice stellato).