fbpx

Nel periodo delle festività natalizie è quasi d’obbligo cedere alle tentazioni di gola e concedersi qualche piacere in più per il palato. Protagonisti delle tavole un menu tradizionale, ma non banale, che valorizza il territorio campano, tra innovazione e tipicità,e vini che traggono il meglio dai frutti di vitigni autoctoni. Un connubio che diventa gourmet, dove vino e arte culinaria si sviluppano attorno al medesimo filo conduttore: la valorizzazione del territorio, e il rispetto delle materie prime locali e della loro stagionalità.

Antipasti
Iniziamo dagli immancabili e buonissimi antipasti che vedono il baccalà in pastella, le tartine burro, caviale e salmone,  l’insalata di polpo e patate, e i crudi di mare protagonisti della scena. Al loro fianco ci saranno le bollicine sia perché stiamo parlando di aperitivo, sia perché la festa è appena iniziata, sia perché “resettano” il nostro palato in vista del prossimo boccone. In questo caso possiamo optare per la Falanghina spumantizzata della linea “Caprice” di Capri Moonlight.  Gratificante bollicina connotata da un profumo fresco e intrigante, con sentori di frutta bianca. Sapore secco, di buona ed equilibrata struttura. Una perfetta combinazione di sapori e profumi, per un brindisi in grande stile.

Primi piatti
Per quanto riguarda i primi, tra i grandi classici, abbiamo gli spaghetti alle vongole veraci. Un piatto dalla tendenza dolce che deve essere abbinato a un vino con una buona acidità e mineralità. Entra così in gioco il Bianco della linea “Caprice” di “Capri Moonlight”:  il Greco di Tufo è uno dei bianchi più amati di sempre, questo vino dosa alla perfezione nette note di frutta matura e piglio acido.

Secondi piatti
Se i secondi del menù della Vigilia sono piatti perlopiù leggeri, a base cioè di pesce (come la spigola oppure l’orata al forno con patate e rosmarino, oppure i calamari ripieni), il sostanzioso menù del pranzo di Natale prevede piatti a base di carne (come la famosa  minestra maritata) che vanno abbinati con un vino  fresco, come il Piedirosso della linea “Caprice” di “Capri Moonlight”, dalla beva facile e dal tannino presente ma non invadente.

Dessert
Immancabili sulle tavole delle feste un ottimo panettone o un pandoro artigianale. Sulle tavole campane, poi, ci sono anche gli struffoli, i raffiuoli, la cassata, i  mostacciuoli, i roccocò, la pasta reale… In abbinamento, seguendo  l’inderogabile principio della concordanza, la Goccia Azzurra” di “Capri Moonlight”, un liquore dolce a base di anice e piante officinali, con una particolare colorazione azzurra.